Quindi, vorresti creare il tuo blog, ah? Ottima idea!

Effettivamente, il  mondo del lavoro sta cambiando. Com’è possibile che così tante persone, di tutti i ceti sociali e di tutte le età, stiano creando blog e intere attività online? Almeno, questa è la domanda che mi sono posta qualche mese fa. Ed eccomi qui … è nato il “VirtuNat”!

Io sono un principiante assoluto in questo campo, però ho studiato parecchio l’argomento e c’è ne una sfilza di informazioni là fuori sul web che ti dice cosa e come devi fare per creare un blog di successo. Un po’ confusionale direi.

Ho trovato un metodo facile e veloce che vorrei condividere con te. Sarai stupito di quanto sia semplice creare un sito web, inoltre, proverai un senso di soddisfazione nel realizzarlo con le proprie manine.

Suona bene? Fantastico, cominciamo!

Come anticipa il titolo, ci sono cinque passaggi principali per creare un blog di cui essere orgogliosi. Se segui esattamente questa guida, avrai il tuo blog pronto in pochi minuti. 

Ecco i miei 5 passi:

 

1. Identifica la nicchia e il tuo cliente ideale 

2. Scegli web hosting e proprio dominio 

3. Seleziona la piattaforma blog 

4. Progetta e disegna il tuo blog 

5. Risorse utili per semplificarti la vita 

Ma prima, dimmi … perché vorresti creare un blog ed unirti alla community dei blogger? 

Io personalmente ho intenzione di rendere il 2018 un anno di svolta, voglio diventare una persona migliore, imparare e condividere con gli altri la mia esperienza virtuale. È senza dubbio un ottimo modo per esprimere se stessi, condividere le informazioni e fare un po’ di soldini extra … che non guasta mai.

 

La bella notizia è – non è mai stato così semplice iniziare il tuo business online. I costi per creare il proprio sito sono quasi inesistenti. Inoltre, puoi ampliare la tua rete di contatti tramite social network Facebook, YouTube, Linkedin, Instagram, Twitter, ecc. Non c’è bisogno di sborsare cifre esagerate per i corsi online su come fare, c’è una infinità di risorse gratuite o a prezzi molto contenuti, ma bisogna metterci la tua personalità, originalità e contenuti preziosi, che portano il valore aggiunto al tuo lettore.

 

Tornando al processo della creazione del blog, se hai già un idea solida della nicchia e del avatar del tuo cliente ideale puoi saltare il primo passaggio e scegliere la piattaforma. In tal caso la installazione richiederà meno di 20 minuti, quindi, prenditi un tè o caffè e concentrati. Se avrai bisogno di aiuto durante il processo, contattami pure e farò tutto il possibile per semplificarti la vita.

 Quindi, senza ulteriori indugi passiamo al primo punto.

Identifica la nicchia e il tuo cliente ideale

 

Alcune persone hanno una visione chiara di ciò di cui vogliono scrivere nel proprio blog. Mi ci è voluto qualche mesetto per decidere la tematica e scegliere la direzione da prendere.

Ovviamente quando si tratta di scegliere un argomento, devi optare per qualcosa che ti interessa! Puoi anche non avere l’autorità sul argomento (almeno non ancora), ma importante che non ti annoierai e vuoi approfondire il tema nel tuo blog.

Di quale argomento puoi parlare per ore e ore?  Per quale consiglio i tuoi amici vengono da te? Cosa ti piace fare? Cosa ti fa battere il cuore?

Forse ti piace fare il fai-da-te o l’arredamento di design per la casa … inizia un blog fai-da-te. Forse ti piace insegnare ai bambini … allora puoi avviare un blog su educazione e  genitorialità. Forse ti piace cucina vegana… inizia un blog che parla del cibo sano, ma saporito. Qualunque cosa tu ami fare, fallo!

Se inizia a creare un blog di cui non sei appassionato, fallirai. Scusa, ma è la sacro-santa verità.

È un duro lavoro, dovrai versare sangue, sudore e lacrime per il tuo  blog. Se non è divertente per te, se non ti piace, se non ti svegli ogni mattina eccitato per il tuo progetto online, allora tutto il sacrificio non varrà la pena.

 Inoltre, i tuoi lettori ne sentiranno l’odore “di marcio” a un miglio di distanza. Perché se non ci metti la passione in quello che fai, se passa un giorno o due e tu trovi le scuse per non scrivere il post successivo per il tuo blog, ti senti stanco e svuotato, significa che il tuo blog è morto! Non puoi ingannare i tuoi lettori e tu non lo vuoi. Vuoi essere sinceramente felice per il lavoro che fai!

Se fare blogging è il tuo sogno e sei disposto a dedicare il tempo e passione, allora con tanto impegno raccoglierai i frutti.

Ecco alcune delle categorie più popolari:
  • musica
  • moda
  • tecnologia
  • mercato immobiliare
  • bellezza
  • viaggi
  • design
  • cibo
  • fotografia
  • salute
  • fitness
  • educazione
  • e-commerce
  • carriera
  • bambini e modello genitoriale
  • stile di vita
  • finanze

Come vedi, la scelta è varia.

Ma, come identificare il lettore/cliente ideale? Quale potrebbe essere la formula per catturare l’attenzione dei tuoi prospect, loro curiosità e desiderio. Potrei suggerire questa “Formula di attrazione”:

Beneficio concreto + Soddisfazione istantanea + forte Curiosità

Il tuo scopo è di risolvere un enorme problema del tuo lettore, oppure procurarli un intenso piacere.

Costruire il sito web, ampliare la lista e-mail dei tuoi potenziali clienti, grafica e design va in secondo piano. La cosa più importante è identificare la nicchia, agire al livello psicologico ed emozionale dei tuo lettori.

Il sito più fico e marketing più all’avanguardia non funzioneranno, se non hai identificato il tuo lettore.

Il tuo prodotto, le informazioni che condividi sul blog devono colmare la nicchia del mercato. La nicchia va scoperta, identificata e “riempita”. Cioè trova il bisogno che le persone hanno e poi proponi la soluzione.

Restringi il campo. Sii più specifico. Le principali nicchie sono 3 e te li elenco qui sotto, ma tu deve concentrarti sulla sotto nicchia (tra parentesi), e sono:

  • Salute e fitness (benessere, cure naturali, perdita di peso senza stress, cibo biologico, yoga per i principianti, ecc.)
  • Incontri e relazioni (matrimonio, sessualità, linguaggio del copro, essere genitore, educazione, primo appuntamento, colloquio di lavoro, ecc.)
  • Business e denaro (investimenti, pensioni, debiti, guadagno on-line, start-up, trovare il lavoro dei tuo sogni, ecc.)

Scegli in base a quello che cerca la gente adesso. Crea qualcosa di unico per te, ma allo stesso tempo procura i vantaggi per gli altri!

Per quanto riguarda l’avatar del tuo cliente ideale, devi creare un immagine della persona che “idealmente risponde” alla tua offerta (post, servizi, prodotti) e sviluppare la comunicazione personalizzata dal suo punto di vista per renderla persuasiva ed accattivante.

Per fare ciò, parla con i tuoi potenziali lettori (almeno 50) ed indaga sulle loro paure e frustrazioni, desideri ed aspirazioni. Dopo di ché, identifica le caratteristiche in comune, teme, storie, parole e frasi che avatar utilizza per le sue risposte e struttura i tuoi messaggi, offerte, prodotti e servizi in base alle informazioni ricevute.

Scegli web hosting e proprio dominio

Senza il dominio o hosting il tuo blog non sarà on-line e non riceverà il traffico. Entrambi sono indispensabili per il successo del tuo blog.

Il dominio è fondamentalmente l’URL del tuo sito web. Come ad esempio amazon.com;  google.com; nike.com oppure cocacola.com. Facile,no?!

Ti viene da chiedere spontaneamente: “Che nome scelgo per il mio blog?”

Allora, secondo il mio modesto parere il nome deve essere:

  1. Facile da ricordare (niente nomi senza senso, difficili da scrivere o lunghi e pieni di trattini);
  2. Unico e descrittivo (deve riflettere la nicchia, il core business, il tuo interesse;
  3. Con le estensioni popolari, come “.com”, “.org”, “.net”. Spesso i domini più competitivi con l’estensione “.com” saranno già occupati, ma non arrenderti! Sono disponibili oltre 400 estensioni diverse tra cui scegliere.

Insomma sii creativo e costruisci un’identità di cui sarai entusiasta ed orgoglioso.

Self-hosting o un’alternativa gratuita?

 Wow, rallenta adesso e rifletti!

Questa è la decisione più importante che dovrai prendere prima di andare oltre. Devi decidere se pagare per il tuo blog o prenderne uno gratuito.

Tumblr e Blogger offrono i blog gratuiti per chiunque. Fantastico, vero? È perfetto per i principianti e quelli che non sono molto seri con il blogging. Ma ha aspetti negativi:

  • Non avrai il nome di dominio proprio
  • Non puoi monetizzarlo completamente e non hai la possibilità di caricare tutti quei video e immagini che vuoi mostrare a tutti – è tutto limitato. (Peggio ancora, non avrai nemmeno accesso ai temi gratuiti offerti da WordPress).
  • Non sarà il tuo blog. Sarà ospitato sulla proprietà web di qualcun altro e può essere eliminato. Il che significa, che ore di lavoro e di fatica passate per scrivere i post, svaniranno in un attimo.

Mentre, con un blog self-hosted potrai nominare il tuo blog come preferisci e sarai il suo vero proprietario. Ad esempio, “Tuonome.com” o “Tuosuperblog.com”.

Hosting è la società che mette il tuo sito web su Internet in modo che tutti possano vederlo. Tutto sarà salvato lì. È come un disco rigido del computer nel quale il tuo blog verrà salvato.

Consiglio vivamente Siteground. È una società di hosting più grande e più conosciuta, che offre pacchetti a partire da € 3,95 / mese. Il dominio verrà registrato gratuitamente. Ci vogliono 3 click per configurare il sito, avrai l’assistenza dedicata e continuità del servizio che lo rendono un ottimo hosting! Appena il tuo account è stato registrato riceverai una e-mail di conferma.

Comunque, il costo del web hosting generalmente è compreso tra 2 e 5 € al mese.

È meno di un cono di gelato, quindi non farai bancarotta.

Ma è un investimento importante per il successo del tuo blog.

Altri hosting validi che potrei citare sono i Bluehost, iPage, Godaddy, HostGator, ecc. Puoi dare un’occhiata a ognuno e scegliere quello che più ti piace.

E ora  passiamo alla piattaforma.

Seleziona la piattaforma blog

Non è possibile avviare un blog senza software di blogging.

Io gestisco il mio blog su WordPress perché è user-friendly, gratuito e veramente potente. Ma c’è ne sono anche altri, come Joomla, Magento, Drupal, ecc.

Per installare WordPress direttamente dal Siteground basta un solo clic!

Una volta che WordPress è stato installato sul tuo sito web, tutto ciò che devi fare per iniziare è andare sulla tua pagina WP-Admin di solito www.ilnomedeltuoblog.com/wp-admin e iniziare a scrivere.

Come regola generale, dovresti evitare la maggior parte dei servizi di piattaforma di blogging gratuiti. Perché? Non ti danno l’autonomia necessaria per costruire e avviare un blog che ti permetterà di guadagnare.

Le piattaforme di blogging gratuite hanno alcuni problemi che limitano il controllo generale del blog. Ad esempio, non ti permetteranno di inserire annunci per guadagnare con le pubblicità, oppure puoi essere bloccato in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo.

 La mia raccomandazione? Come anticipato prima – usa una piattaforma autonoma per il tuo blog, come WordPress.org.

Progetta e disegna il tuo blog

E ora diamo il via alla creatività!

Lo sai che la maggior parte degli utenti spende meno di 15 secondi attivi su una pagina web?

Quindì, se hai intenzione di catturare l’attenzione dei lettori e tenerli impegnati, cosa pensi che farà la differenza?

Un titolo accattivante? Una bella immagine? Oppure il contenuto da sballo che tratta un argomento saliente?

Mentre il contenuto di qualità fa sicuramente qualcosa per il tuo blog, non è la prima cosa che manterrà gli utenti web sulla tua pagina.

Cos’è, allora? La risposta è il design del tuo blog.

Mmmh… è la parte che preferisco di più!

Ci sono infinite personalizzazioni che puoi realizzare su un blog WordPress. Ci atteniamo all’essenziale, altrimenti questo post sarà infinito.

WordPress utilizza modelli di design chiamati “Temi“. Ci sono oltre 2.000 professionalmente progettati, pienamente personalizzabili e gratuiti tra cui scegliere.

Quindi hai un sacco di opzioni.

Se non riesci a trovare un tema che ti piace, o vuoi un prodotto più professionale ci sono temi premium che puoi acquistare da siti come:

  • Thrive Themes
  • Elegant Themes
  • Themeforest
  • StudioPress

Per il mio blog VirtuNat ho installato il tema di Elegant Themes – DIVI 3.0. ed è stupefacente!!!

I temi sono alla base del tuo design e includono le funzionalità principali. WordPress ha anche plug-in che possono aggiungere o estendere la funzionalità del tuo blog.

Ad esempio, puoi usare plug-in per aggiungere moduli di contatto, ottimizzatore SEO, traduttori o anti-spam.

Inoltre, devi configurare il tuo blog per essere “amico” di motori di ricerca, come Google o Ask.

Ottimizzazione SEO (Search Engine Optimization)  è il processo di ottimizzazione del tuo sito web nei motori di ricercaper determinate parole chiave e frasi.

Ma il WordPress rende incredibilmente semplice ottimizzare gli aspetti tecnici del tuo blog.

Puoi iniziare scaricando un plug-in chiamato Yoast SEO. Direi che potremo approfondire questo argomento in un post separato.

Ricorda, che il design del tuo blog dovrebbe riflettere sia te che la tua personalità, ma anche l’argomento del tuo blog, ma lo stile è anche un’arte soggettiva, cioè siamo tutti diversi e a tutti piacciono cose diverse.

Oltre a questo, rendi il blog facile per navigare se vuoi che le persone restino sul sito per un po’, non deve servire una laurea per orientarsi tra le pagine.

Forbes.com dice che abbiamo 7 secondi per fare una buona prima impressione. Il concetto può anche essere applicato al tuo blog. Progetta in anticipo la struttura del tuo blog (menu, home page, la palette di colori, ecc,). Prendi lo spunto dai tuoi concorrenti.

Davi cercare di rendere accogliente il tuo blog per avere un impatto positivo nella mente dei tuoi lettori.

 Sii te stesso. Sii avventuroso. Sii onesto e trasparente!

Risorse utili per semplificarti la vita

Ci siamo quasi.

Qui troverai una lista di strumenti che vorrei raccomandare per gestire il tuo blog in modo efficace. Te li suggerisco, perché li utilizzo anche’io, mi piacciono e credo che ti aiuteranno a risparmiare il tempo e denaro. Alcuni di loro sono completamente gratuiti,  altri costano veramente poco.

Dai un occhiata e dammi il tuo feedback, se li conosci e se puoi suggerirne altri!

C’è l’abbiamo fatta. Evviva!!!

Come hai visto il processo è veramente chiaro e semplice. Non devi essere un genio di tecnologia o sapere qualche codifica particolare.

Se per qualche sfortunata circostanza ti sei bloccato o hai qualche domanda, contattami o lascia un commento qui sotto. Ti aiuterò con qualsiasi problema.

E se è andata bene – goditi il tuo nuovo blog!

Ma ricordati, avviare un blog è facile. Creare uno che avrà successo e ti farà guadagnare richiede duro lavoro, dedizione e grinta.

Se l’articolo ti è piaciuto, puoi condividerlo sui social 🙂